UN’ESTATE AL MARE 1/07/2019 – 11/07/2019

Il rumore delle onde

Il rumore delle onde è considerato un rumore bianco, ovvero un suono che deriva dalla somma di tutte le frequenze udibili.

Questa tipologia di rumori la possiamo ritrovare soprattutto in natura, nel soffio del vento o nella pioggia battente.

Il suo effetto è quello di infondere calma e sicurezza perché richiama lo stesso rumore che sentivamo nel posto più sicuro di tutti: la pancia della mamma.

ATTIVITA’  SVOLTE

“La tappa Gustosa”

Ogni sera camminando nel lungo mare dopo circa 3,4 km è arrivato il momento più atteso della giornata… Gelato per tuttiiiiii!!

“E’ l’ora dei tuffi in acqua”

Alle 11:00 e alle 16:00 tuffi in acqua per i grandi e i piccini.

“Chi cade perde”
Abbiamo sistemato due secchielli per terra ad alcuni metri di distanza. Due giocatori ci sono saliti sopra e ognuno ha preso in mano l’estremità di una fune. Ha vinto chi è riuscito a far cadere l’altro dal secchiello, senza cadere a sua volta.

” Le biglie”
E’ stata costruita  una pista per le biglie nella sabbia: sono state create delle difficoltà, come curve inaspettate o impervi saliscendi. E’ stata messa sulla pista una biglia per ogni giocatore e a turno dovevano farla rotolare a colpi di schicchera (un rapido movimento della mano che viene compiuto facendo scattare l’indice sul pollice). Ha vinto chi riuscito a fare tre volte il giro nel minor tempo possibile.

 “La statua umana”
Su dei foglietti di carta sono state scritte due parti del corpo (ad esempio ginocchio-naso).Si sono fatte due squadre e a ogni giocatore è stato dato un foglietto. Il primo e il secondohanno  letto le istruzioni contenute e hanno dovuto  unire le due parti indicate.  Ha vinto la squadra che rimane più a lungo in piedi con tutte le parti indicate attaccate.

” Beach volley”
Un bel modo per far divertire i ragazzi più grandi è stato quello di puntare sull’attività fisica. La prima cosa da fare è stata il campo di gioco, la seconda cosa da fare, ma la più importante è stato il sorriso di ogni partecipante.

Questo e molto altro è stato fatto in questi primi 10 giorni di Luglio con la Casa Famiglia “Il nido delle Aquile”, a Settembre di nuovo in spiaggia con “Il Volo delle Aquile”…

Un ringraziamento speciale va all’equipe psico-educativa per aver realizzato tutto questo.

Arrivederci al prossimo anno!!

TORNEO “SKROKKIA FRA” 20/07/2019

TORNEO “SKROKKIA FRA”

20/07/2019 C/o campo sportivo comuna di Scopptio

Organizzato dall’Associazione “IL CENACOLO DEGLI ANGELI”

Con la partecipazione della Casa Famiglia “Il volo delle Aquile” di Preturo e “Il nido delle Aquile” di Pizzoli

Progettista: Marco Rotilio

SQUADRE PARTECIPANTI:

1) COLLEMAGGIO

2) 99 CANNELLE

3) SAN BERNARDINO

4) IL CASTELLO

Finalita del progetto:

L’importanza dell’attività fisica in adolescenza

Lo sport, oltre a essere importante per lo sviluppo sano e armonioso del corpo, è fondamentale perché favorisce una crescita cognitiva, emotiva e sociale. In questo periodo della vita, così ricco di cambiamenti fisici e non, praticare attività sportiva rende più consapevoli della nuova identità corporea.

Inoltre, imparando l’importanza dell’impegno, del rispetto delle regole e della tolleranza, i giovani si misurano con le proprie capacità e con gli altri.

Le potenzialità educative

L’attività sportiva aiuta gli adolescenti a incanalare gli istinti aggressivi in maniera socialmente accettata, a essere responsabili, a prendere iniziative, a socializzare e a cooperare. Inoltre, insegna a pensare e a essere propositivi.

Sono davvero grandi le grande potenzialità educative dello sport che, come la famiglia e la scuola, trasmette valori, principi ed esperienze di vita. Un bagaglio importantissimo perché contribuisce a formare la personalità.

C’è sempre una motivazione per scegliere uno sport…

Uno dei motivi principali è il desiderio che i ragazzi hanno di farsi notare dagli altri: la pratica di uno sport, infatti, potrebbe renderli popolari e importanti. A questo si aggiunge il desiderio di trarre piacere dalle sfide e sperimentare qualcosa in cui ci sente o si è bravi.

Inoltre, dai 13/14 anni, i ragazzi cominciano a essere consapevoli che forma fisica e abilità sono fattori importanti: provano divertimento nel fare esercizi e giochi.

I benefici: dal benessere fisico a quello mentale

Gli adolescenti che praticano lo sport, inoltre, sono più sicuri, perché la pratica sportiva migliora la stima e il movimento serve a controllare le emozioni e a combattere lo stress: possono così scaricare tensioni, ansia e stanchezza derivanti dalla scuola e dallo studio.

 

AFFACCIARSI A NOI

Il 20/12/2018 con i ragazzi della casa famiglia “Il Volo delle Aquile” e “Il Nido delle Aquile” abbiamo esposto il nostro spettacolo presso il Teatro Ridotto dell’Aquila. Lo spettacolo era composto da 5 finestre ognuna delle quali ha rappresentato delle qualità soggettive come la finestra bellezza e altre come la finestra violenza che hanno rappresentato dei rischi che ognuno di noi tutti giorni può essere portato a vivere o in prima persona o ad assistere con episodi che coinvolgono terzi. Ogni finestra aveva delle scalette ben strutturate e ben definite. Al centro di queste abbiamo trovato i nostri bimbi e i nostri ragazzi. Hanno saputo gestire i loro stati d’ansia, con l’aiuto dell’equipe psico educativa, tanto da richiedere ogni giorno un eventuale replica del loro spettacolo.

 

Santo Stefano, creazione del presepe vivente nei pressi di Scoppito (AQ)

Il 26/12/2018 i ragazzi della casa famiglia “il Volo delle Aquile” si sono recati nei pressi di Scoppito, insieme alle associazioni che operano sul territorio, per realizzare delle piccole in strutture dove al loro interno ospitavano le figure protagoniste del presepe. Hanno contribuito, inoltre, a pulire le piazzi e i luoghi protagonisti del presepe. Vedere i ragazzi di diverse nazionalità collaborare insieme per un unico fine è la testimonianza di integrazione e collaborazione aldilà delle proprie etnie, lingue e culture

.

La Concezione del 2018

L’otto Dicembre 2018 ci siamo recati a Salerno per visitare i mercatini e le accoglienti illuminazioni. Il giorno successivo ci siamo recati  a Caserta per visitare la residenza più grande del mondo per volume: La Reggia di Caserta. Nel 1997 è stata dichiarata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.Il Palazzo reale di Caserta fu voluto dal Re di Napoli Carlo di Borbone, il quale, preso da una “competizione” con i reali francesi e desideroso di donare una degna rappresentanza di governo alla capitale ed al suo reame, decise di inaugurare una reggia che potesse rivaleggiare in magnificenza e imponenza con quella di Versailles. Per motivi di sicurezza, la località prescelta fu Casertavecchia a circa 20 km a nord dalla capitale.

Prima uscita in montagna 01/2019

Fin dall’antichità l’uomo ha attraversato monti e valli. Di conseguenza, camminare in montagna è per noi un qualcosa di atavico, in grado di rimetterci in contatto con la natura e di allontanarci dall’antropomorfizzazione del paesaggio urbano. Per  questa ragione vivere la montagna ci consente dI rilassarci in totale armonia con l’ambiente selvatico e di focalizzarci unicamente sul portare un piede dopo l’altro.

.

Visita della città di Firenze con la casa famiglia ” Il Nido delle Aquile” 11/2018

Nel mese di Novembre abbiamo visitato la città di Firenze dando massima importanza ai monumenti storici come La Basilica di Santa Croce ricostruita per l’ordine francescano nel 1294 da Arnolfo di Cambio, è il luogo di sepoltura dei grandi e potenti di Firenze: Michelangelo, Rossini, Macchiavelli ed il pisano Galileo Galilei, che fu condannato dall’Inquisizione e che, quindi, non poté avere una sepoltura cristiana fino al 1737, ovvero 95 anni dopo la sua morte.